Invenzioni golose: “biscotti da dito” per Nutella

Leccarsi il dito dopo averlo intinto nella Nutella. Tutti l’abbiamo fatto almeno una volta nella vita. Un gesto sfizioso che presto potrebbe diventare un’abitudine, grazie ai “Finger Biscuit”: cialde dalla forma simile ai ditali usati per cucire, da intingere nella crema di cioccolato o nella marmellata. Il “biscotto da dito” in realtà è stato ideato 10 anni fa dal designer Paolo Ulian e in seguito il progetto è stato acquistato dalla Ferrero, che tuttavia non l’ha mai messo in commercio.

«Mi è bastato osservare mio nipote che affondava il dito nel barattolo per capire cosa dovevo fare», ha raccontato Ulian. Un’idea geniale, pratica e divertente, il ditale da sgranocchiare continua ad essere il sogno proibito dei golosi di tutto il mondo, che lo richiedono con l’acquolina in bocca da oltre un decennio. Eppure nonostante il successo praticamente garantito, sugli scaffali dei supermercati ancora non c’è traccia del “rivoluzionario” biscotto. Mamma Ferrero, cosa aspetti?

Tags: