«Ripopolare Venezia con social housing»

Venezia punta sul social housing per ripopolare la città stremata dal continuo calo di residenti. Con una delibera promossa dalla vicesindaco Luciana Colle, si introdurrà tra i requisiti dei prossimi bandi destinati al social housing quello di non pagare più di un terzo del proprio stipendio. «Chiediamo – spiega sulla Nuova Venezia il consigliere Davide Scano (M5S)  – che il consiglio comunale si impegni ad applicare agli interventi di nuova edilizia residenziale il canone calmierato, cioè il 50% di quello di mercato, in ogni area di Venezia e isole. Alcune zone potrebbero essere la Marittima, la Celestia, l’area Sanguinetti, Sant’Elena, Italgas, Consorzio Cantieristica Minore, ex incubatore Cnomv, gli ex cantieri Lucchese e le aree ex Iacp contigue al carcere maschile a Santa Marta». Attualmente gli alloggi previsti per il social housing sono 290, il 95% nel centro storico di Venezia.

Tags: ,