“Isola della Ventura”: reality-farsa?

Nulla o quasi di ciò che si vede in tv è mai vero al 100%. Men che meno i reality show, le cui dinamiche, come risaputo fin dal primo Grande Fratello, sono manovrate dagli autori per creare interesse nel pubblico. Le ultime indiscrezioni su L’Isola dei Famosi, però, vanno ben oltre la semplice sceneggiata programmata e hanno il sapore di tele-truffa per gli ignari spettatori che hanno seguito – e magari votato – l’eliminazione di Simona Ventura. Tutto inizia lunedì scorso due ore prima della diretta tv, quando il pungente giornalista di Dagospia Alberto Dandolo scrive sul suo profilo Facebook: “sull’Isola resta lo spagnolo Jonas. Simona perderà con lui al televoto. Ma la Venturona andrà a playa Soledad. Non sarà sottoposta a televoto (sennò perde!) perché faranno uscire Aristide, fingendolo malatissimo!”. Le cose sono andate esattamente come previsto dal reporter gossipparo, che ha poi confessato: “Lo sapevo da cinque giorni. Simona sarà la vincitrice morale, arriverà in finale e perderà contro Jonas”.

Questa mattina è arrivata la seconda tegola, lanciata dallo stesso Dandolo, che rischia di affossare definitivamente questa scialba edizione del reality: “Sono 48 ore che Mona Ventura, esiliata su Playa Soledad, “frigna e piagne”. Ma vogliamo rassicurare tutti i suoi fan che abbiamo avuto una soffiata da un pezzo grosso di Magnolia (Società che produce l’Isola) che ci ha rassicurato che la “Mona” sta bene, mangia ciò che vuole e che «vede posti e incontra gente». Pare che, ad eccezione dei confessionali e le riprese di rito, Super Simo sia servita e riverita e che non sta un solo minuto da sola. Sarà vero? Ah, saperlo…”. Insomma, il sospetto che per anni ha accompagnato i telespettatori, ossia che i “naufraghi” vivano tutt’altro che isolati, trova oggi conferma. A rendere il quadro ancora più desolante, le voci di corridoio – diffuse sempre da Dagospia – secondo cui, per mettere in scena questa pantomima, il compenso della (ex) regina catodica sia stato di ben mezzo milione di euro. Me parece todo estupendo.

Tags: