Mattarella al Vinitaly: basta con le frontiere

Il presidente Sergio Mattarella ha inaugurato l’edizione 2016 di Vinitaly, cogliendo l’occasione per esprimere alcune considerazioni. «Il vino – afferma il presidente – è sempre più simbolo dello stile di vita e della qualità dell’Italia. Da prodotto antico a chiave di modernità, col suo successo nell’export, conferma come il destino dell’Italia sia legato al superamento delle frontiere e non al loro ripristino». Mattarella, riporta L’Arena di oggi, ha poi speso parole di elogio per l’industria vitivinicola nazionale, parlando di «rinascimento del vino italiano». Secondo il Capo dello Stato, la chiave futura sarà «integrare meglio la cultura del cibo, la salvaguardia del territorio, il turismo. Su questo terreno – conclude – facciamo un po’ meno di quello che potremmo»

La presenza del presidente all’inaugurazione è stata accolta dal numero uno di Verona Fiere, Maurizio Danese, come «un riconoscimento molto importante». È atteso per oggi invece Matteo Renzi. Il presidente del Consiglio sarà in visita in mattinata presso l’azienda Calzedonia, di Vallese di Oppeano, e all’Aia, di San Martino Buon Albergo. Il suo arrivo al Vinitaly è previsto per le 13, mentre dalle 14.30 alle 15.30 Renzi coglierà l’occasione per incontrare Jack Ma, proprietario del gigante dell’e-commerce cinese, Alibaba.