Paese, 18enne scomparsa: fuga volontaria?

Era il 27 febbraio 2013 quando Marianna Cendron, una cuoca 18enne di Paese, sparì nel nulla. Una giornata come tante altre: Marianna finisce il turno al ristorante Golf Club di Salvarosa, si avvia verso casa e da lì non si hanno più sue notizie. A distanza di tre anni, la verità sembra ancora molto lontana anche se i retroscena non mancano come spiega la Tribuna. Prima le rivelazioni sui rapporti intimi, contro il volere dei genitori, tra la ragazza e il vicino di casa Renzo Piccin ed ora emerge un elemento molto importante: la ragazza, nelle settimane prima di sparire, avrebbe effettuato varie ricerche su internet su come poter sparire nel nulla senza lasciare traccia. Dopo quanto emerso dalla cronologia del suo pc sono in molti a ricordare una frase sibillina della ragazza scritta su Facebook: «Per un po’ non potrò usare il computer…».

Siamo di fronte ad una fuga volontaria e pianificata nei dettagli? Marianna è stata descritta come una ragazza dal carattere difficile che non è nuova a questo tipo di allontanamenti. La volta precedente era scappata a Jesolo ma la fuga era durata poco a causa del suo cellulare che aveva permesso di rintracciarla. Gli inquirenti non escludono altre strade come l’aggressione, il rapimento o l’incidente con successivo occultamento di cadavere. I genitori adottivi intanto hanno lanciato più appelli alla giovane in cui le chiedono ripetutamente di farsi sentire e di tranquillizarli. Nei prossimi giorni il giudice dovrebbe pronunciarsi definitivamente sulla richiesta di archiviazione del fascicolo relativo alla scomparsa di Marianna (con ipotesi di reato: sequestro di persona) a cui la famiglia si è opposta).

Tags: ,