Prima Riina jr, ora Manca: la mafia in tv

Il primo colpo ad appena 13 anni, quando rubò il motoscafo del panfilo di Onassis. Poi un crescendo criminale che, nel 1990, lo portò ad uccidere, insieme a Felice Maniero e ad altri complici, i fratelli Rizzi e il loro cugino. Giampaolo Manca, uno dei leader della cosiddetta batteria dei veneziani, della Mala del Brenta ha cambiato vita, ed è ospite della casa di accoglienza per detenuti della Papa Giovanni XXIII di Montecolombo, nel Riminese.

«Vorrei essere di monito ai ragazzi che sono qua; non voglio facciano la mia fine», ha detto Manca, la cui intervista andrà in onda domani sera alle 20 su San Marino RTV nello speciale a cura di Gianmarco Morosini “All’Inferno e ritorno”. «Dov’è finito il tesoro di Maniero?», sarà uno degli interrogativi della serata.

Tags: ,