Referendum sull’autonomia, «No election day»

Rivendicazioni autonomiste per il giorno della Liberazione. Non solo la “spaccatura” fra Donazzan e Zaia, ma anche le polemiche sui festeggiamenti del patrono di Venezia, (quasi) trasformati in un’adunata venetista. A questo quadro si aggiunge la bocciatura all’election day per i referendum consultivi di Veneto e Lombardia.

Il presidente Zaia aveva infatti chiesto di accorparli al referendum costituzionale, così da risparmiare sui costi e raggiungere più facilmente il quorum. Niente da fare: «il ministero degli Interni lo ha vietato: sono quesiti antitetici», riferisce il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianclaudio Bressa a Il Mattino di Padova. Inoltre, le spese ricadranno sulle Regioni stesse: 50 milioni per la Lombardia, dove si sperimenterà il voto tramite tablet, e 14 per il Veneto.

Tags: ,

Leggi anche questo