Vicenza, la Basilica resta vuota

Nuovo allestimento della Basilica Palladiana: arrivano i primi intoppi. I costi di manutenzione stanno lievitando, l’inaugurazione è stata posticipata così come la prima grande mostra, prevista inizialmente a settembre. Per l’assessore alla Crescita, Jacopo Bulgarini d’Elci non è un problema, anzi: «in questo modo – dice a Il Corriere del Veneto – riusciamo ad aprire alle visite il salone del monumento per la prima volta dopo il restauro». Tra la fase dello smontaggio dell’allestimento utilizzato per le mostre targate Goldin e la nuova installazione passeranno sei mesi: turisti e vicentini potranno così visitare il salone del monumento palladiano, pagando rispettivamente 4 e 2 euro.

«Non possiamo mantenere l’allestimento precedente – spiega Bulgarini d’Elci – perché questi sono i dettami della Soprintendenza ma soprattutto perché le strutture si sono usurate, erano pensate per una sola mostra e ne hanno fatte già tre». Lo studio architettonico della nuova struttura è stato presentato nei giorni scorsi in Comune e a breve finirà sul tavolo della Soprintendenza. Ma c’è già una certezza: i costi, inizialmente previsti per 170 mila euro, sono saliti a 200. Allo stesso modo si sono allungati i tempi: la mostra sulla Grande Guerra è stata posticipata da settembre a «non prima di novembre-dicembre» e spostata a Palazzo Chiericati. E le mostre in Basilica? «Il nuovo allestimento sarà utilizzato nei primi mesi del prossimo anno».

Tags: ,

Leggi anche questo