«Regione connivente? Abbiamo fatto causa a Fior»

La Regione Veneto contesta i contenuti del dossier prodotto dalla Commisione bicamerale sul ciclo dei rifiuti presieduta da Alessandro Bratti, respingendo al mittente l’accusa di connivenza col dirigente Fabio Fior. «Il presidente del Veneto Luca Zaia – si legge in una nota diffusa ieri e ripresa dal Mattino – ha avuto occasione di fornire personalmente esaurienti spiegazioni alla Commissione d’inchiesta sulle attività connesse al ciclo dei rifiuti sulla totale estraneità dell’amministrazione regionale, insediatasi nel 2010, alle vicende giudiziarie che hanno visto coinvolto Fabio Fior e che si sono concluse, nell’ottobre 2015, con una condanna per reati contro la pubblica amministrazione».

«Il 28 settembre 2010 Fabio Fior veniva trasferito dall’Ambiente ad altro settore – prosegue il comunicato – il 18 giugno 2013 Fior è stato sospeso per sei mesi dal servizio. A dicembre dello stesso anno è stata avviata la procedura per il recupero degli importi percepiti per l’attività extraufficio, su autonoma iniziativa della Regione. La Corte dei Conti, con sentenza del 12 novembre 2015 ha poi condannato Fior al pagamento in favore dell’amministrazione regionale della somma di 284.034,34 euro».

Tags: