Venezia, sospetto terrorista: ha osteria a San Marco

Il quarantenne tunisini Chaabane Mabrouk, sospettato di essere simpatizzante dello Stato Islamico, ha presentato ricorso al Tribunale del riesame veneziano che ha già fissato l’udienza per il prossimo 18 maggio. «Non è certamente un terrorista – ha spiegato il legale al Mattino – ha un attività commerciale ben avviata, è inserito da anni in città e convive con una veneziana».

Mabrouk è infatti il titolare dell’Osteria Galileo a campo Sant’Angelo in Sestiere San Marco. Aehiet M’Barek e Karim Ben Khalifa, connazionali di Mabrouk e anche loro perquisiti dalla Digos di Venezia sono anche loro ben inseriti: possiedono da anni regolari visti di soggiorno, il primo vive a Castello mentre l’altro risiede a Murano, è sposato con una veneziana e lavora nell’osteria dell’amico Mabrouk.