Ponte Alpini, nuovi monitoraggi su stato fondamenta

Il sindaco di Bassano Riccardo Poletto, l’assessore alla Cura Urbana Roberto Campagnolo e i tecnici impegnati nel lavoro di restauro del Ponte degli Alpini si sono incontrati con l’avvocato Francesco Mazzarolli, del foro di Padova, che sta assistendo il Comune nei ricorsi presentati dalla ditta Nico Varganega Costruzioni. La riunione era stata indetta per valutare quale iter seguire dopo l’ordinanza del Consiglio di Stato che ha di fatto congelato i lavori di restauro fino al prossimo 6 luglio quando è atteso il pronunciamento del Tar sul ricorso presentato dall’impresa Vardanega Costruzioni di Possagno, esclusa dalla gara d’appalto.

E’ stato stabilito che in tempi rapidi si programmeranno nuovi monitoraggi, anche subacquei, per verificare i movimenti del ponte e confrontarli con le precedenti rilevazioni, fatte anche in occasione dell’affidamento del cantiere. Verrà quindi programmato un controllo ad intervalli costanti fino alla ripresa dei lavori di restauro momentaneamente sospesi. L’obiettivo delle analisi subacquee è la verifica dello stato generale della fondamenta del Ponte, il livello di tenuta dei puntellamenti eseguiti sulla seconda stilata e lo stato delle altre stilate. «Ciò permetterà di valutare l’esigenza di interventi d’urgenza – conclude la nota del Comune – compatibili con l’ordinanza del Consiglio di Stato che saranno definiti nelle prossime settimane».

Tags: ,

Leggi anche questo