Verona, primo arresto dopo legge omicidio stradale

Il primo caso in Italia di ordinanza di custodia cautelare dopo l’entrata in vigore della legge sull’omicidio stradale è a Verona, dove il ventottenne Mattia Licata è agli arresti domiciliari con l’accusa di fuga, omissione di soccorso e lesioni personali stradali gravi dopo l’incidente della sera del 16 aprile scorso avvenuto nella periferia del capoluogo scaligero.

La patente di Licata era sospesa (ancora per tre giorni) per guida in stato di ebbrezza, ciononostante il giovane si trovava al volante di una Fiat Qubo che secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto sarebbe di proprietà del padre di Licata. Gli arresti domiciliari sono stati motivati dal gip «stante la necessità di impedire che si metta nuovamente alla guida di un veicolo in stato di alterazione, compiendo manovre spericolate e provocando gravi danni agli utenti della strada».

Tags: ,