«Project ospedale Padova, costi folli»

«Il project financing comporta canoni esorbitanti per le casse pubbliche, oltre ad affidare per anni ai privati la gestione di servizi e pezzi importanti della sanità. Inaccettabile». Lo dice il segretario generale della Cgil di Padova Christian Ferrari, sulla base dei conti fatti dall’ufficio studi regionale del sindacato sui più recenti project financing applicati alla Sanità veneta. Fatta una proporzione col rapporto tra posti letto e costo complessivo di altre strutture ospedaliere venete, si deduce che il nuovo ospedale padovano costerebbe 100 milioni per 30 anni.

«Parliamo di una percentuale di remunerazione del capitale dei privati che va dall’8 al 10% – spiega Ferrari – tra l’altro in un momento storico in cui i tassi di interesse sono al minimo. Mai come oggi il contesto è così favorevole a investimenti pubblici. Per questo è incomprensibile voler riproporre il project». Una possibilità che resta aperta, visto che non è stata esclusa nè dal governatore del Veneto Luca Zaia nè dal sindaco di Padova Massimo Bitonci.