BpVi, Codacons: «ora sequestro beni»

«In attesa che i documenti sequestrati oggi siano analizzati dalla magistratura, riteniamo indispensabile procedere a sequestro cautelativo dei beni della banca. Ciò a garanzia dei risarcimenti in favore dei risparmiatori dell’istituto vicentino». Lo afferma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, commentando la nuova perquisizione eseguita oggi dalla Guardia di Finanza nella sede della Popolare di Vicenza. «Le perquisizioni eseguite oggi – aggiunge – sono un passo importante verso la verità e consentiranno di fare luce sulla gestione della banca». Ma per il Codacons resta essenziale il sequestro cautelativo dei beni «perché se emergeranno illeciti relativi al piazzamento delle azioni al pubblico, gli investitori potranno ottenere il rimborso integrale dei propri investimenti».

Tags: ,