Vicenza e Istrana nel mirino Isis

I seguaci del Califfo hanno preparato una lista nera di 77 basi Nato e americane da colpire in tutto il mondo. Non solo luoghi ma anche decine di singoli individui, in 21 paesi diversi, individuati come bersagli di omicidi mirati. La notizia, riportata su Il Giornale in edicola oggi, 21 giugno, arriva dai servizi segreti di Seul, che avrebbero intercettato informazioni dettagliate dall’unità di pirati informatici dello Stato Islamico. Non è escluso che ci siano obbiettivi privilegiati anche in Italia e i primi nomi che trapelano sono la caserma Ederle di Vicenza e la base americana di Aviano dove ha sede il contingente degli Stati Uniti per le operazioni in Africa, soprattutto in funzione antiterrorismo. Nel mirino ci sarebbero anche la base di Sigonella, da dove decollano i droni armati che sorvolano la Libia e la base di Istrana (Treviso) da dove è appena partito il Task group Devil degli Amx. Il loro compito sarà quello di individuare gli obbiettivi dello Stato Islamico da colpire in Iraq.