Bassano, commercianti: «un deserto»

Rapporti tesi tra commercianti e amministrazione comunale. Secondo il Corriere del Veneto sarebbe questa la situazione a Bassano, dopo vari episodi in cui è mancato il dialogo tra le due parti: la Ztl, i parcheggi e ora la contestata pista ciclabile sul Ponte della Vittoria, detta «dei poveri» perché priva di protezione.

«Ora basta – dice il presidente uscente di Confcommercio Bassano Nico Cattarin, che avrebbe fatto sapere di non volersi ricandidare – non c’è un piano strategico, un investimento concreto per rimettere in moto Bassano. Che un tempo era una realtà commerciale, ma dopo le scelte superficiali e sbagliate delle ultime amministrazioni, come l’introduzione della Ztl notturna, non è più niente. Non ha un’impostazione turistica, culturale o di altra natura».

«Ci sono regolamenti, prodotti anche da amministrazioni precedenti, che vanno rispettati – risponde l’assessore alle Attività economiche Giovanni Cunico – abbiamo sempre cercato di andare loro incontro. Per le serate sotto le stelle, ad esempio, i commercianti aderenti sono stati esonerati dal pagamento del plateatico».

Tags: ,

Leggi anche questo