Marta Marzotto, grazie per quel Botticelli…

«Narcisista naturale» (Moravia), aveva saputo dimostrare il gusto per la Bellezza

L’eredità di Marta Marzotto (1931-2016), oggi scomparsa, é per molti moda, stile, addirittura aforismi; per altri, invece, progressismo, pura mondanità, stravaganza fine a se stessa. Comunque la si pensi, la Contessa («ragazza imprecisabile» secondo Piovene, «narcisista naturale» secondo Moravia) aveva però bene in mente che cosa valesse la pena lasciare al mondo e non a caso – anche se molti lo ignorano – scelse un’opera che sa di arte e fede insieme, insomma di vera Bellezza: «Ho finanziato il restauro della Madonna del Libro custodita nel Museo Poldi Pezzoli di Milano, dipinta da Sandro Botticelli 500 anni fa. Ora durerà per altri 500 anni. In un mondo in cui dopo cinque minuti tutto finisce, ho voluto qualcosa che rimanesse» (Panorama, 24.2.2011, p.84). Riposi in pace.

(Ph. da arte.it)