BpVi, soci incontrano Cappelleri: «non ci ha rassicurato»

Si sono incontrati ieri alcuni membri dell’associazione “Soci banche popolari venete” e il procuratore capo di Vicenza, Antonino Cappelleri. I soci, spiega il Mattino, volevano rassicurazioni di fronte al diverso sviluppo che sta prendendo l’indagine romana su Veneto Banca rispetto a quella vicentina sulla Popolare. Cappelleri ha ribadito il mantra dell’errato parallelismo. «Viste le conoscenze importanti dell’ex presidente della Popolare di Vicenza», fanno sapere dall’associazione, «riteniamo che ci sia il pericolo che possa inquinare o occultare le prove (…) Il dottor Cappelleri non ci ha rassicurato».