Nuove Br e Isis, lettera di solidarietà: «contro l’imperialismo»

«Solidali con la loro lotta contro l’imperialismo in generale e, a maggior ragione, con la loro lotta contro il carcere dello Stato imperialista italiano». Secondo quanto riporta il Mattino, questo è quanto hanno scritto i capi delle Nuove Br nella lettera di solidarietà a Fezzani Moez Ben Abdelkader (detto Abu Nassim), il colonnello dell’Is arrestato qualche giorno fa in Libia.

Il filo sottile che lega le Nuove Brigate rosse al terrorismo islamico esiste, nonostante le precisazioni dei brigatisti che rivendicano una «concezione del mondo è radicalmente diversa, che per noi ha il contenuto principale della liberazione dall’oppressione e dallo sfruttamento e l’obiettivo generale del comunismo». La lettera, firmata da Davide Bortolato, Alfredo Davanzo, Claudio Latino, Massimiliano Toschi, Vincenzo Sisi e Bruno Ghirardi, ha probabilmente contribuito alla decisione dei servizi di predisporre un sistema di sorveglianza all’interno delle strutture penitenziare italiane, anche al Due Palazzi di Padova.