Sarego (Vi) dice addio a Equitalia

L’amministrazione di Sarego, in provincia di Vicenza, ha dato un atto di indirizzo agli uffici per concludere l’utilizzo di Equitalia per la riscossione coattiva delle entrate. Ne dà notizia in una nota il Comune stesso, ricordando «che le entrate tributarie ordinarie del Comune di Sarego già da anni sono riscosse in modo diretto». A decorrere dal primo gennaio 2012 la società Equitalia avrebbe dovuto cessare la propria attività di accertamento, liquidazione e riscossione, spontanea e coattiva, delle entrate patrimoniali e tributarie dei Comuni e delle società da loro partecipate, ma la sua attività, anno dopo anno, è stata prorogata a livello statale.

Grazie all’atto di indirizzo i contribuenti di Sarego vedranno definitivamente interrompersi ogni collaborazione con la società Equitalia. Si è data indicazione agli uffici comunali affinché non si inviino più le cartelle coattive a questa società. Negli ultimi anni l’efficacia dell’azione della società stessa nella riscossione coattiva è andata fortemente diminuendo. E’ inoltre interesse di questa Amministrazione «attivare azioni tali da migliorare la riscossione delle partite in sofferenza, riportando la gestione interna al Comune al fine di garantire un rapporto più efficiente tra contribuente e pubblica amministrazione procedendo alla gestione in forma diretta del servizio di riscossione coattiva, anche attraverso l’ausilio di soggetti terzi per le attività di supporto necessarie all’ufficio tributi».

«Il percorso per arrivare a questo risultato è stato lungo e non facile – conclude la nota – ma oggi possiamo dire di essere soddisfatti di questo obiettivo raggiunto dall’Amministrazione per facilitare il rapporto tra contribuente ed ente pubblico abbandonando definitivamente ogni rapporto futuro con Equitalia».