Veneto, via la coordinatrice giovani Forza Italia

La vicesindaco di Padova Eleonora Mosco, che ha la delega al Commercio, non è più coordinatrice regionale dei giovani di Forza Italia: secondo il Mattino di ieri, la “deposizione” le sarebbe stata notificata direttamente da Annagrazia Calabria, deputata e coordinatrice nazionale di “Giovane Italia” (la giovanile di Forza Italia, appunto), che l’aveva nominata nel marzo di due anni fa.

La cacciata della Mosco si inserisce nello scontro interno al partito, che si è aperto dopo la rottura del sindaco Massimo Bitonci con l’ex assessore e coordinatore cittadino degli azzurri Stefano Grigoletto: frangente, questo, in cui la Mosco si è schierata dalla parte del sindaco assieme ai “lealisti” che non hanno seguito la linea di Grigoletto nell’aprire la crisi di maggioranza. Grigoletto, dal canto suo, è stato nominato tra i quattro vicecoordinatori provinciali di Forza Italia, dopo essersi dimesso dal suo ruolo cittadino.

«Saranno, assieme a me, i riferimenti del popolo moderato nel territorio. Il primo passo sono i comitati per il No al referendum istituzionale in autunno», spiga il coordinatore provinciale Luca Callegaro, che ha scelto i quattro nomi: oltre a Grigoletto ci sono la sindaca di Montagnana Loredana Borghesan, il primo cittadino di Villafranca Luciano Salvò e l’aponense Davide Faggion.

Nel frattempo il nuovo commissario cittadino di Forza Italia, Simone Furlan, mostra segni di apertura, seppur con qualche riserva, al sindaco Bitonci a cui ha chiesto un incontro: «sono abituato, da imprenditore, che quando c’è un problema ci riuniamo con i soci anche il giorno di Natale o di Ferragosto. Forse il sindaco non pensava che Padova meritasse un incontro urgente per dare un governo stabile alla città».

(Ph. da Facebook)