L’accusa: forestali assenteisti. A Belluno (non solo in Calabria…)

Dopo la chiusura dell’inchiesta del procuratore Francesco Saverio Pavone, ci si avvicina alla richiesta di rinvio a giudizio per 12 dipendenti dei Servizi forestali regionali di Belluno. L’accusa, secondo quanto si legge sul Corriere del Veneto, è quella di «false attestazioni» dell’orario di lavoro «mediante l’alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza» e di truffa aggravata ai danni dello Stato. I dipendenti regionali in un periodo compreso tra il maggio e l’ottobre dello scorso anno si sarebbero assentati da lavoro, senza timbrare il cartellino, per andare al bar, a pranzo o a fare alcune commissioni.

La situazione è stata monitorata dai carabinieri per più di un anno, anche tramite un sistema di videosorveglianza posto nelle vicinanze della macchinetta marcatempo interna alla sede dove lavoravano i 12 dipendenti. Tra gli indagati, inoltre, compare anche l’ex dirigente dei Servizi forestali regionali Pierantonio Zanchetta, che dovrà rispondere di omessa denuncia in quanto secondo l’accusa Zanchetta era al corrente delle abitudini dei dipendenti. A dare il via all’indagine erano state alcune segnalazioni dei cittadini.

Tags: ,