Padova, “spedizione” Rom (ma scappano senza nipotino)

Quattro Rom residenti a Piove di Sacco sono stati arrestati nella notte tra domenica e lunedì dai carabinieri con l’accusa di furto e di abbandono di minore. Ne dà notizia il Corriere del Veneto, che ricostruisce la vicenda di un furto finito male: la “squadra” di ladri era composta dalla nonna Sonia Giuseppina Caldaras, 51 anni, e dai nipoti Samuel Caldaras e Marilena Steppic, 23 anni, e Veronica Steppic, di 26 anni. Assieme a loro c’era però anche un bimbo di otto anni, anch’egli nipote di Sonia Giuseppina, che era stato dato in affido dalla madre ai cugini.

Che hanno ben pensato di portarlo con sé durante la “scorribanda” notturna, per poi abbandonarlo in via Boccaccio dove sono stati scoperti dai carabinieri mentre stavano svaligiando un furgone. All’arrivo delle tre auto delle forze dell’ordine, infatti, i nomadi si sono dati alla fuga, abbandonando sul posto una delle due auto con cui erano giunti in via Boccaccio. Assieme appunto al bambino di otto anni che, in lacrime, è stato preso in carico da alcuni carabinieri che erano rimasti sul posto, mentre i colleghi si lanciavano all’inseguimento (terminato con la cattura) dei quattro Rom beccati in flagrante.

Tags: ,

Leggi anche questo