Villaverla, caccia al violentatore della 16enne

 

«Desidero che quell’individuo sia assicurato alla legge, perché mia figlia sta soffrendo per quello che le è successo. Ma anche noi genitori stiamo vivendo con grande disagio vedendo la nostra ragazza patire in quel modo». Queste le parole del padre della ragazzina che ha subito la violenza, affidate al Giornale di Vicenza. L’episodio è avvenuto qualche giorno fa in pieno giorno in una delle zone del centro di Villaverla. Secondo la ricostruzione la 16enne sarebbe stata aggredita a sfondo sessuale da un immigrato sui vent’anni alto sul metro e ottanta. Prima l’avrebbe molestata verbalmente e poi si sarebbe denudato spingendola contro il muro per umiliarla.

«Non lo avevo mai visto prima e, da come l’ho percepito, poiché parlava un italiano con un chiaro accento straniero e per il colore della pelle, si trattava di un magrebino», ha riferito la ragazzina agli investigatori. L’aggressore indossava un cappellino con visiera di colore scuro, pedalava su una bicicletta da uomo di colore giallo piuttosto datata, e fortunatamente, alla reazione di forza della ragazza ha desistito ed è scappato. I carabinieri di Thiene stanno svolgendo tutta una serie di accertamenti, setacciando anche i filmati delle telecamere della zona.

Tags: ,