Mose, Italia Nostra: «chiudiamolo»

«La cosa più ragionevole da fare adesso è ammettere che alcuni governi hanno commesso un errore, alcuni funzionari e imprenditori ne hanno approfittato per arricchirsi come dimostrato dai processi conclusi e da quelli in corso, ed è forse ora di ricominciare daccapo». L’associazione per la difesa del territorio Italia Nostra interviene sul Mattino in merito alle recenti notizie dei malfunzionamenti delle paratoie del Mose.

«Meglio chiudere un capitolo vergognoso e ricominciare da una pagina bianca – propongono dall’associazione – sperando che la grave vicenda serva da esempio per il futuro. E forse dare più ascolto a quei cittadini disinteressati, come i soci di Italia Nostra, che per anni hanno denunciato le evidenti manchevolezze di un progetto troppo incerto e troppo costoso». Fa eco a Italia Nostra Vincenzo Di Tella, l’ingegnere che sta per pubblicare una ricostruzione della vicenda della grande opera che ha contestato dall’inizio: «lo abbiamo sempre detto».

Tags: ,