Veneto Banca, tavolo con Bce e Atlante su 1,7 miliardi di Npl

Secondo quanto si legge sul Sole 24 Ore Veneto Banca starebbe guardando al Fondo Atlante per liberarsi dei crediti deteriorati: i primi incontri tra i vertici dell’istituto e del fondo dovrebbero essersi tenuti già nel corso delle passate settimane. E nei prossimi, previsti per i primi di settembre, tornerà sul tavolo tutto il portafoglio delle sofferenze di Montebelluna: 1,7 miliardi netti, dopo gli accantonamenti (le sofferenze lorde sono di 3,6 miliardi di euro).

Sia le modalità di intervento che le tempistiche, oltre che con la disponibilità residua di Altante (già impegnata, ricordiamo, nella maxi-cartolarizzazione di Monte dei Paschi di Siena per 9,2 miliardi di euro) dovranno confrontarsi con la Bce, che tiene sotto stretta osservazione la Popolare di Montebelluna: non è un caso che nella prima metà di settembre il neo presidente Beniamino Anselmi e l’ad Cristiano Carrus andranno a Francoforte per aggiornare la vigilanza europea sull’avanzamento del piano per il risanamento e rilancio della banca.

Tags: ,