Veneto, la Lega: «cortei anti-immigrati»

«Ora basta, passeremo alle vie di fatto. E stavolta non potremo garantire azioni pacifiche, perché la gente è al limite. Se le situazioni dovessero degenerare non ne risponderemo». Il segretario “nazionale” veneto della Lega Nord, Gianantonio Da Re, sulle pagine del Corriere del Veneto lancia una stagione di cortei e sit-in contro «l’invasione» dei migranti e l’ipotesi ventilata di nuovi arrivi in Veneto a breve. Primo appuntamento a Verona, dove tutti i sindaci «di buona volontà», non solo leghisti, saranno chiamati a protestare contro il governo.

«Il punto di rottura è superato – tuona Da Re – abbiamo sempre garantito nelle nostre azioni il rispetto della legge. Ma se la legge non difende i cittadini ci regoleremo di conseguenza». «Quello di Da Re e della Lega è un atteggiamento irresponsabile – risponde la capogruppo Pd in Consiglio regionale, Alessandra Moretti – chi governa dovrebbe trovare soluzioni, ma la Lega non vuole sia risolto il problema né trovare soluzioni, tende invece ad alimentare le polemiche e il livello di scontro, perché è espressione di quel modo di comportarsi e di fomentare la piazza».

Tags: