Verona Pulita: «rilanciare fattoria didattica “Giarol Grande”»

«Abbiamo constatato che dopo dieci anni in cui il Comune di Verona ha speso oltre 700 mila euro, il progetto della fattoria didattica “Giarol Grande” non è mai decollato e ad oggi le aree sono in stato di totale abbandono, con grave pregiudizio per i 37 ettari (10 boschivi e 20 coltivabili) di terreno che contemplano anche un’abitazione, una splendida corte rurale, le stalle e lo spaccio dei prodotti. Per questa ragione ho deciso di raccogliere la documentazione esistente e di presentare, nei prossimi giorni, un esposto alla Corte dei Conti del Veneto affinché venga verificato in che modo sono stati spesi i soldi dei veronesi. Mi unisco alle associazioni affinché il Comune revochi immediatamente il nuovo bando di affidamento».

Michele Croce, candidato sindaco del movimento Verona Pulita, ha annunciato l’esposto alla Corte dei Conti e ha proposto un rilancio del progetto che preveda nuovi partner. «Semi-privatizzare l’enorme area, rendendola un’azienda agricola, non farà che peggiorare lo stato di abbandono dei luoghi e soprattutto affonderà definitivamente il progetto della fattoria didattica: la mia proposta è quella di affidare la gestione a nuove realtà, abbattendo il contributo pubblico ma fornendo tutto l’appoggio amministrativo affinché l’attività possa essere remunerativa per i gestori e, soprattutto, possa offrire servizi di alto livello ai veronesi: una vera fattoria didattica, con animali e piantagioni autoctone, in modo da permettere alle scolaresche non solo una visita fine a sé stessa ma di svolgere interi periodi di lezione all’interno delle strutture, affiancando lo studio quotidiano e tradizionale all’esperienza diretta in uno dei luoghi più belli di Verona».

Tags: ,