Sisma, intervento Esercito coordinato da Padova

Gli interventi dell’esercito nazionale nelle località colpite dal terremoto sono coordinati dal Confodin, il Comando Forze di difesa interregionale nord. Che ha sede a Padova: qui la sala operativa, attiva 24 ore su 24 sotto la guida del tenente colonnello Claudio Guaschino. Ne dà notizia il Mattino, che parla di una «regia unica» degli uomini del generale di Corpo d’Armata Bruno Stano.

«Quando le persone che si trovano in queste situazioni di emergenza vedono un militare devono poter ottenere risposta a ogni loro richiesta di aiuto – spiega il generale Stano – ecco perché l’invio di mezzi e di uomini sul posto deve avvenire secondo i più rigorosi criteri di efficienza. Questo è il compito della nostra sala operativa e a questo contribuisce la linea di comando diretta e snella che si è instaurata e che qui a Padova ha il suo apice».

Normalmente al Confodin lavorano tre militari per coordinare gli interventi sul territorio dell’esercito, mentre ora sono sette gli addetti in servizio. «Da qui coordiniamo gli interventi da tutta Italia – spiega il tenente colonnello Guaschino – come prima cosa, già nella notte, subito dopo il terremoto, abbiamo inviato sul posto degli ufficiali di collegamento nelle Prefetture di Rieti e Ascoli per avere da loro la percezione delle necessità e, al contempo, la raccolta delle richieste dei Prefetti in termini di uomini e mezzi. Finora abbiamo inviato un contingente di 200 militari il cui compito principale è aiutare nelle operazioni di soccorso, scavando tra le macerie in cerca di sopravvissuti».

(Ph. da esercito.difesa.it)

Tags: ,