Verona, M5S: «no a pista ghiaccio in Teatro Romano»

«Concedendo il nulla osta all’utilizzo del Teatro Romano per una settimana, da parte di un’azienda privata, il Comune di Verona mostra ancora una volta quanto sia interessato a far cassa, invece di salvaguardare e rispettare il patrimonio inestimabile veronese». Lo sostiene in una nota il deputato M5s Mattia Fantinati, commentando la decisione della giunta comunale scaligera, riportata dai giornali locali, di concedere ad un privato il Teatro Romano dal 24 settembre all’1 ottobre per installare una pista del ghiaccio e realizzare una serata ad inviti.

Dopo una prima bocciatura, la giunta ha dato il via libera, ma si attende il benestare della Soprintendenza. «L’evento privato – ha spiegato Fantinati – prevede addirittura l’installazione di una pista di pattinaggio, rischiando così, di creare eventuali danni alla struttura romana». «Mi chiedo dove sia la Soprintendenza in tutto ciò e che cosa aspetti a non permettere tale evento. Sicuramente farò il possibile, entro tempi brevissimi, per presentare in aula un’interrogazione parlamentare in merito a questa vicenda», ha concluso il parlamentare pentastellato.