Zuckerberg dona 500 mila dollari per terremotati

Cinquecentomila dollari alla Croce Rossa. Quasi 450 mila euro. Mark Zuckerberg ha voluto contribuire così a dare il suo sostegno e la sua solidarietà alle popolazioni colpite dal tremendo sisma in Centro Italia. «Quando ho saputo del terremoto sono stato molto triste – ha detto – la prima reazione è stata chiedersi se c’era una qualsiasi cosa da fare per aiutare. Ci siamo chiesti cosa può fare Facebook e la cosa più importante è il nostro Safety Check, con il quale ogni volta che c’è un disastro si può dire ai propri amici che si sta bene». Dopo una breve sosta sul Lago di Como per il matrimonio del fondatore di Spotify e un colloquio con il Papa e il premier Matteo Renzi, Zuckerberg si è recato all’Università Luiss per incontrare gli studenti: «volevamo fare di più e abbiamo iniziato a lavorare con la Croce Rossa. Abbiamo donato 500mila dollari e messo a loro disposizione la piattaforma di Facebook per tutto quello che possa loro servire».

«Mi ha anche colpito un ristorante – ha concluso – che ha postato nel suo profilo Facebook che per ogni piatto di amatricana darà un euro per gli aiuti ai terremotati. Ha anche invitato gli altri ristoranti a fare lo stesso e ora oltre 700 ristoranti hanno aderito. E questo mostra le potenzialità del nostro strumento. Il successo non si misura dalla condivisione delle foto, ma da quanto la nostra community può aiutare in caso di disastri naturali, come il terremoto. Nel caso dell’Italia il sistema del Safety Check ha funzionato bene. Questo è il cuore della nostra missione – ha aggiunto Zuckerberg – lavoreremo di più su questo nel futuro, la nostra comunità per essere forte deve avere gli strumenti per intervenire in situazioni difficili».

Tags: