«Portare internet ovunque: così cambio il mondo con Zuckerberg»

Tra gli imprenditori delle 14 start up italiane che Mark Zuckerberg ha voluto incontrare ieri c’era pure Gianluca Verin, fondatore della Athonet di Bolzano Vicentino (Vi). Assieme al suo socio italoegiziano Karim El Malki ha brevettato PriMo, Private Mobile: un « sistema modulare – spiega il Giornale di Vicenza – che consente di creare reti mobili ovunque per comunicare con la tecnologia 4G Lte». In pochi anni sono riusciti ad esportare la loro tecnologia in 15 paesi e 4 continenti diversi. In Malawi hanno realizzato la prima rete wireless a banda larga Lte.

«L’invito è arrivato via mail direttamente da Palo Alto ad inizio agosto – racconta lo stesso Verin – Nel confronto riservato alle startup, Zuckerberg ha chiesto suggerimenti per migliorare Fb. Quando è arrivato il mio turno è stato inevitabile collegarmi a quanto aveva ribadito poco prima agli studenti sulla sua determinazione di portare Internet nelle aree più disagiate del pianeta. Gli ho spiegato come stiamo realizzando questo con Athonet e alla fine salutandolo gli ho strappato un sorriso dicendogli: cambieremo il mondo insieme».

Tags: ,