Terremoto, farmacia mobile veronese: «arrivano anche cose inutili»

Paolo Pomari è rientrato ieri da Arquata del Tronto dove, in quanto farmacista e volontario della protezione civile – preside l’Associazione veronese – ha lavorato alla farmacia mobile. All’Arena racconta la situazione che si sta vivendo in questo ore: «È stata un’esperienza emotivamente toccante», afferma, «sto somatizzando la fortissima emozione provata e sono soddisfatto di poter fare qualcosa di concreto per gli altri, garantendo supporto al lavoro dei medici. È impressionante la dignità con cui gli sfollati ricevono parole di conforto, e sono toccanti i racconti dei volontari della protezione civile».

Sulla situazione attuale e la gara di solidarietà, Pomari ci tiene a informare che «purtroppo arrivano valanghe di cose inutili e, se piove, come previsto nelle prossime ore, rischia di finire tutto sott’acqua perché il bene più prezioso, in questo momento, sono i bancali che mancano. Nel campo che stiamo seguendo – fa un esempio – non ci sono bambini, e sono arrivati pacchi di pannolini. Abbiamo 760 scatole di tachipirina, decisamente in abbondanza. Piuttosto invito la gente che vuole dare una mano a tenere caldo il cuore. La situazione continua a mutare e anche le necessità saranno presto diverse».

Intanto, la farmacia mobile riesce a garantire «le pastiglie per le continuità terapeutiche» e «presto dovremmo essere dotati di un apparecchio per fare elettrocardiogrammi con lettura a distanza». Non male, considerato anche che ci sarebbe dovuta essere «una seconda postazione ad Amatrice, ma la mattina stessa in cui eravamo pronti a partire il ponte Tre Occhi è stato dichiarato inagibile». Ora, continua Pomari, «siamo pronti ad attivare un nuovo container anche nel paese in provincia di Rieti. Laura Boldrini ha visitato il nostro campo e si è complimentata per l’efficienza. Ma più che i riconoscimenti vale la gioia di poter essere davvero utili. Giovedì sarò di nuovo ad Arquata perché a Verona mi sembra di perdere tempo, lontano da soccorritori e sfollati».

Tags: ,