Arena, il Festival fa un buon incasso. Anche se…

Crescono la media di spettatori per serata e l’incasso medio, mentre cala il numero totale degli spettatori per la stagione. Questi, in breve, i dati relativi alla 94esima edizione del Festival lirico dell’Arena di Verona e riportati dal Corriere del Veneto. Si parla per il 2016 di 7883 spettatori a serata in media, più dei 7555 dell’anno scorso e dei 7490 del 2014. L’incasso medio cresce invece dell’8,2% su base annua, attestandosi a 476.239 euro. Se si guarda ai valori assoluti, però, si vede come sia spettatori che incassi siano in calo (dovuto anche al numero ridotto di spettacoli, 47 invece che 54): 21 milioni e 960mila euro di incasso, contro i 23,3 milioni dell’anno scorso e i 23,6 del 2014.

Mentre le presenze hanno toccato il record negativo di 370 mila spettatori totali: non era mai capitato che si scendesse sotto i 400 mila. «Il festival 2016 si è concluso molto positivamente – ha commentato il commissario Carlo Fuortes – il pubblico ha dimostrato grande amore per l’Arena e gli incassi sono stati superiori alle previsioni del Piano di risanamento della Fondazione». Parla quindi di un’edizione «che si chiude con un successo» il commissario Fuortes, che «ringrazia calorosamente tutti i lavoratori dell’ente», mentre il sindaco Flavio Tosi ancora non commenta anche se dal Comune si ricorda che la programmazione di quest’anno è stata decisa dalla precedente gestione di Francesco Girondini.

«Tenendo conto della situazione critica della Fondazione, compreso il rischio iniziale della liquidazione coatta, direi che è un successo – dice invece Michele Bertucco, capogruppo comunale Pd – sfiorare i 22 milioni significa ottenere ancora un risultato di alto livello». Soddisfatto anche il Movimento 5 Stelle: «fino a quando il duo Girondini-Tosi resterà lontano dalla Fondazione Arena saranno maggiori le possibilità di risalire la difficile china – dice il deputato Mattia Fantinati – un incremento del 8,2 % di incassi a serata sono un ottimo risultato».