Belluno, Zaia vuole Museo Emigrazione

Un «Distretto Triveneto del Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana» a Belluno, gestito dall’associazione “Bellunesi nel Mondo”. Questa la proposta, secondo quanto si legge sul Corriere del Veneto, del governatore Luca Zaia al ministro della Cultura Dario Franceschini, che ha recentemente trasferito il Museo nazionale dell’Emigrazione italiana dal Vittoriano di Roma al MuMa di Genova.

«Andando a guardare i dati si vede come nel periodo della Grande Emigrazione sia stato proprio veneto il contributo principale in termini numerici – avevano scritto i “Bellunesi nel Mondo” in quell’occasione – nel quarantennio tra il 1876 e il 1915 furono più di 1.880.000 le partenze dal Veneto, prima regione in Italia davanti a Piemonte, Campania, Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Lombardia. Nei cent’anni tra il 1876 e il 1976 le partenze furono 3.240.395. Numeri che parlano da sé. La storia dell’emigrazione è la storia del Veneto. Due realtà inscindibili che meritano un riconoscimento». Nasce quindi la candidatura del bellunese Museo Interattivo delle Migrazioni, «non in antitesi con Genova, ma per una collaborazione».

Tags: ,