BpVi e Vb, in arrivo altro “rosso”

«Mi farai un regalo per il compleanno?», aveva chiesto il presidente della Popolare di Vicenza Gianni Mion all’ad Francesco Iorio, scherzando sul fatto che il cda di BpVi si riunirà il 5 settembre per l’approvazione della prima semestrale 2016. Un giorno prima del compleanno di Mion, che secondo quanto si legge sul Giornale di Vicenza compirà 73 anni il 6 settembre. Ma non dovrebbe trattarsi di un gran regalo, considerato che la perdita del semestre dovrebbe aggirarsi attorno ai 500 milioni a causa dell’aumento delle coperture dei crediti voluto dalla Bce.

E anche il divorzio con Cattolica non resterà senza conseguenze: potrebbe comportare una perdita stimata attorno ai 250 milioni, più altri 175 milioni per il riacquisto dei veicoli assicurativi. L’altro istituto veneto acquisito dal Fondo Atante, Veneto Banca, discuterà invece la semestrale a metà settembre. Con una riunione del Cda fissata intanto per domani, dove si dovrebbe discutere la revisione del piano industriale dopo le cessioni e il riordino delle partecipate. Anche Montebelluna, comunque, prevede maxi-accantonamenti e vede ancora aperta la possibilità di un nuovo aumento di capitale.