18enne che rifiutò le cure, Procura apre fascicolo

Il procuratore capo della Repubblica di Padova Matteo Stuccilli ha aperto un fascicolo per atti relativi in merito al decesso di Eleonora, la 18enne padovana morta dopo aver rifiutato le cure chemioterapiche. Lo si è appreso da fonti giudiziarie, secondo le quali il fascicolo non ha, al momento, indagati o ipotesi di reato. L’indagine è affidata al procuratore aggiunto Valeria Sanzari. Per Lino Bottaro, padre di Eleonora, la scelta della figlia è stata consapevole e frutto di una sua valutazione personale, influenzata dal caso di una cara amica con la quale condivideva la classe.