Donazzan: «#fertility day, campagna volgare e grossolana»

«Pensavo fosse una bufala di quelle che girano in rete e invece si conferma un’azione del ministro Lorenzin. Sono esterrefatta», afferma in una nota l’assessore alle Pari Opportunità della Regione del Veneto, Elena Donazzan, commentando la campagna istituzionale della fertilità promossa dal dicastero alla Salute.

«Non occorre essere assessore alle Pari Opportunità per comprendere la diffusa indignazione per una campagna volgare e grossolana. Il Veneto, in questi anni, si è distinto per azioni concrete anche nell’aiuto alla vita, che per noi è prioritariamente all’interno della famiglia. Una famiglia composta da un padre e una madre, che deve essere sostenuta anche attraverso i tempi di conciliazione lavoro-famiglia, con strumenti concreti di welfare».

«Questo governo odia la famiglia – attacca Donazzan – e probabilmente considera la donna un mezzo per incubare figli, forse da consegnare alle coppie omosessuali, come di fatto è stato recentemente approvato con la legge Cirinnà. Mi aspetto che le femministe ancora in circolazione si indignino quanto me», conclude.