Gara aghi, Variati su sospensione primario: «una vergogna»

Sullo spinoso caso della gara degli aghi all’ospedale di Vicenza, interviene anche il sindaco Achille Variati. Il Giornale di Vicenza ha ripreso le dichiarazioni del primo cittadino in sostegno al primario del pronto soccorso, Vicenzo Riboni: la sua sospensione «è una vergogna», tuona Variati. «Si ribalta la situazione. Sul banco degli imputati viene scaraventato chi ha giustamente denunciato un fatto sconcertante. Una cosa inconcepibile», attacca il sindaco. «Questa storia continua a non piacermi. Anche fosse stato solo un gioco non sarebbe consentito a professionisti della sanità. Mi stupisce che non sia venuta una condanna generale».

«Non andrebbe bene neppure come scherzo – prosegue Variati – che dei professionisti che devono essere al servizio del dolore e della paura si siano prestati a una gara del genere in un luogo strategico per la salute come il pronto soccorso. È un episodio sconvolgente, una pagina che resta brutta al di là di quanto riferisce il sindacato A o il sindacato B», dice il primo cittadino in polemica con la tesi accusatoria del Nursind. «Non entro nel merito della decisione dell’Ulss – conclude –. Dico solo che Riboni ha fatto semplicemente il proprio dovere nel denunciare quanto aveva scoperto. La sua integrità morale è testimoniata dalla passione con cui da decenni svolge il suo lavoro».

Tags: ,