Puppato: «organi scolastici sufficienti in Veneto»

Per la parlamentare del Pd, Laura Puppato, «gli organici dei docenti in Veneto sono sufficienti a coprire l’anno scolastico 2016/17 e non ci dovrebbero essere problemi di sorta, gli studenti si sono infatti ridotti di 2883 unità e vi sono 70 classi in meno. Preoccupata per la situazione ho preso contatti subito con il Miur per capire se vi fossero margini di manovra per risolvere la situazione – rileva Puppato – ma mi è stato fatto notare che a fronte del calo degli studenti così imponente, vi sono solo 42 insegnanti in meno, nonostante, secondo le medie regionali, si sarebbero dovuti eliminare 262 insegnati. La riduzione è stata invece solo di 115, compensata da 73 posti nell’organico di fatto».

Per l’esponente Dem «rimangono dei disagi riguardanti gli spezzoni orari non ricompresi nella dotazione di diritto e rispetto ai licei musicali, ma per esempio sia la regione Friuli che la Lombardia hanno parametri ben peggiori del Veneto senza che vi siano state particolari lamentale; il Veneto, infatti, ha spezzoni non superiori alle 6 ore nella maggior parte dei casi e quindi assegnabili ai docenti titolari, realisticamente sono recuperabili 190 posti a fronte di una effettiva necessità di 185. Posto che migliorare è sempre possibile, e questo stiamo facendo con enorme impegno dopo i tagli della riforma Gelmini passata nel silenzio di queste stesse strutture regionali venete, – conclude Puppato – non sono comprensibili alla luce dei dati presentati dal Miur i toni allarmati e allarmanti di queste settimane e mi chiedo a quale logica possano invece rispondere, fatico a credere ad un esclusivo obiettivo interesse della sola scuola veneta».