Saluto romano: «dov’è lo scandalo? Siamo in democrazia»

I gestori del campeggio Rive d’Oro di Revine, che ha ospitato il raduno europeo del Fronte Veneto Skinheads, proprio non capiscono tutte queste polemiche. Giovanno Chiumento spiega: «ho 70 anni e non amo i partigiani, perché io c’ero. Ma non manco loro di rispetto» che aggiunge: «ognuno è libero di manifestare le proprie opinioni, tanto i naziskin quanto i comunisti o Casa Pound. Non vedo dove sia il problema».

E il fatto che il saluto romano sia vietato per legge non è un dettaglio che possa minare le sue certezze. Tutt’altro: «Questo raduno è una festa delle famiglie, e con le famiglie ci sono bambini – conclude -. C’era anche un neonato di 30 giorni. Invece di parlare di una foto, andate a chiedere in paese quanti benefici porta questa manifestazione».