Venezia, insegnante M5S: «difendo la moglie di Renzi»

«Senza offesa, avete un tantino rotto con questi post contro Agnese Landini». Questo è l’inizio del lungo post pubblicato sulla pagina Facebook da Barbara Visicchio, docente e militante del Movimento 5 Stelle. «Tutto avrei creduto nella mia vita, tranne che, io, insegnante, iscritta al M5S e desiderosa, come non mai, di vedere la fine politica di Matteo Renzi, mi sarei ritrovata a difendere la moglie del Presidente del Consiglio dalle accuse ingiuste e infamanti che le sono state rivolte, soprattutto negli ultimi giorni, ma più in generale negli ultimi anni», scrive la Visicchio in un post diventato ormai virale. «E la cosa di cui mi dispiace maggiormente è che le accuse vengono non solo da persone esterne al mondo della scuola, di cui ignorano le principali dinamiche, ma da colleghi che sanno perfettamente cosa stiamo vivendo in questi anni». E ancora: «Io sono la prima a non avere parole tenere per Renzi, ma me la prendo con lui, non con la moglie. “È passata di ruolo trascorrendo più tempo sul Renzicottero che nella scuola”, ha tuonato qualche saputello. No, ha lavorato su uno spezzone, invece che su una cattedra completa, come può fare chiunque abbia la possibilità di farlo. Avere un marito ricco non è una colpa».

Ph: Huffington Post

Tags: ,