Coppa Mondo Sci, associazione rischia scomparsa

L’Associazione permanente Coppa del mondo (ApCm) di Cortina rischia di sparire. Lo rivela il Corriere del Veneto, parlando di un buco di circa 140 mila euro creatosi l’anno scorso. In una lettera inviata alla Fisi (Federazione Italiana Sport Invernali) il 1 settembre, il presidente dell’associazione, Enrico Valle, scrive: «la presenza di due sole gare rende non economicamente sostenibile l’organizzazione dell’evento».

Il quadro attuale dipinto da Valle non lascia spazio a interpretazioni:

un ulteriore aumento dei premi gara, la richiesta degli alberghi di rivedere i costi legati all’ospitalità comunque inferiore al tetto fissato dai regolamenti internazionali, maggiori oneri legati alla produzione televisiva, una riduzione annunciata al contributo comunale sull’ordine del 10/15% mentre i ricavi certi sono aumentati di soli 60mila euro a seguito del rinnovo dei contratti ADV. In aggiunta a ciò esiste una evidente impossibilità di fare una programmazione di medio lungo periodo visto che è pressoché definito che a partire dal 2018 la gestione della manifestazione sarà in capo alla Fondazione Cortina 2021 quindi di fatto è necessario che i conti dell’Apcm siano in regola a chiusura dell’edizione 2017.

Nella missiva, Valle indica anche le due possibile soluzioni: «vengano reperiti ulteriori nuovi mezzi finanziari per almeno 250 mila euro (si escludano già a priori anticipi o prestiti) oppure s’incarichi la Fondazione Cortina 2021 di organizzare già per la stagione 2017 l’evento con il supporto dell’Apcm che si rende disponibile a locare il materiale in possesso (reti, strutture, impianto timing, e altro)».

Sul sito federale è arrivata la risposta della Fisi, che ha pubblicato tutta la corrispondenza. In una lettera del 2 settembre, il presidente Flavio Roda ricorda a Enrico Valle il verbale sulle «modalità inerenti all’assegnazione della Coppa del Mondo del 2017» siglato a Cancun a maggio, nonché la lettera Fisi del 30 giugno, dove venivano «illustrate le ragioni della proposta annuale di contratto diritti TV, unitamente alla richiesta di collaborazione nella gestione della Coppa del Mondo in sinergia con la Fondazione». Roda sottolinea come in queste occasioni non «è mai stati anticipata una perplessità da parte dell’Apcm», oltre ad osservare «un atteggiamento poco collaborativo e anzi ostativo nei confronti di Fisi e della Fondazione Cortina 2021». In conclusione, Roda assegna «l’organizzazione della Coppa del Mondo Femminile del gennaio 2017 e delle successive edizioni» alla Fondazione.

Ph. facebook.com/cortinaskiworldcup/

Tags: ,