Terzo mandato da sindaco? Variati: «no grazie»

«Un terzo mandato l’ho già fatto, seppur in due tempi, il che è già una cosa più unica che rara. Basta così». Il sindaco di Vicenza Achille Variati interviene sul Giornale di Vicenza per chiarire il punto: che il governo apra la strada (che pare sia in discussione) per la possibilità di un terzo mandato consecutivo dei sindaci o meno, la sua decisione non cambia.

«Ritengo che dopo 10 anni un sindaco abbia potuto esprimere tutto ciò che poteva e che un cambio sia anche positivo», spiega Variati, che a differenza del collega veronese Flavio Tosi – che ha esplicitamente chiesto al premier Matteo Renzi «quella che è una mia speranza personale», ovvero l’introduzione del terzo mandato – nega di essere interessato a ricandidarsi alla carica di primo cittadino, anche se gli fosse permesso.

«Penso che nessuno potrebbe farmi cambiare opinione su questo – ribadisce Variati – sto dando da sindaco tutto ciò che posso e lo farò fino alla fine, perché ho intenzione di lavorare fino all’ultimo giorno». Per poi passare il testimone ad altri: «vedo dei possibili successori: mi pare che ci siano energie nuove e capaci»