Treviso, profughi con la droga: nuovo caso di spaccio

Un senegalese di 20 anni, richiedente asilo ospitato presso un centro di accoglienza di Badoere (in provincia di Treviso), è stato denunciato per spaccio dopo essere stato trovato in possesso di quasi 60 grammi di hashish. Secondo quanto riportato da La Tribuna, il profugo è stato raggiunto da un controllo dell’unità cinofila di polizia locale nella zona di Riviera Santa Margherita, nel capoluogo della Marca.

Durante il controllo altri due richiedenti asilo sono stati trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti (hashish e marijuana), nei limiti previsti dall’uso personale. Il primo, originario del Gambia, risulta ospitato alla Caritas di via Verdi mentre il secondo, nigeriano, è residente all’ex caserma Serena. «Un’altra operazione condotta grazie alle sentinelle del controllo del vicinato», commenta il vicesindaco Roberto Grigoletto, titolare della delega alla Sicurezza. L’episodio, comunque, non risulta isolato: nell’ultima anno sono stati oltre dieci i casi di spaccio a Treviso che hanno coinvolto dei richiedenti asilo.

Tags: ,