BpVi, aumento di capitale da 500 milioni

Sarà dell’ordine di circa 500 milioni di euro il nuovo aumento di capitale promosso dalla Banca Popolare di Vicenza. Ne dà notizia il Mattino, dove si legge che l’aumento sarà necessario per far fronte alla vendita di 1,9 miliardi di sofferenze nette (4,6 miliardi di lordo) già annunciata dai vertici dell’istituto.

Si tratta di 22.362 posizioni, di cui il 75% sono imprese. Il Fondo Atlante avrebbe infatti previsto questo scenario e la decisione di tenere 1,7 miliardi “in pancia” al Fondo, dopo le iniezioni di risorse alle due Popolari venete (per cui Atlante ha già mobilitato 2,5 miliardi, uno per Veneto Banca e 1,5 per BpVi), sarebbe riconducibile proprio alla volontà di tenere una riserva in previsione della cessione degli Npl, i crediti deteriorati appunto.