«Banco-Bpm, no a fusione è disastro per l’Italia»

Davide Serra, fondatore di Algebris, giudicherebbe «un disastro per l’Italia» l’ipotesi che che l’assemblea di Bpm dovesse dire no alla fusione con il Banco Popolare. Lo ha detto rispondendo ad una domanda dei giornalisti, al forum di banca Ifis a Venezia. Secondo Serra un no sarebbe un suicidio, perché Bpm dovrebbe «diventare comunque una Spa, e qualcuno potrebbe fare un’offerta ostile».