Banche, Zaia: «Veneto mantenga istituto di riferimento»

Per il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, «c’è la necessità che il Veneto mantenga un istituto di credito di riferimento». Lo ha detto oggi, a Fontanelle, rispondendo ad una domanda su futuro delle banche ex popolari venete. «Ho sempre detto – ha aggiunto – che le banche o si spezzettano, si vendono o si fondono. Chi a priori esclude la fusione vuol dire che ha deciso di spezzettarle o di venderle». «Ma se la decisione è lo spezzatino o la vendita – ha concluso – vorrei capire chi darà tranquillità ai lavoratori, e a livello nazionale si stanno mettendo in discussione 150 mila posti di lavoro nel sistema bancario».