Export, Veneto leader dopo Lombardia

L’export manifatturiero veneto conferma il ruolo di locomotiva dell’economia e si attesta, a giugno di quest’anno, ad oltre 28 miliardi di euro. Nel ranking nazionale – secondo dati Confartigianato Veneto – è preceduto solamente dalla Lombardia (circa 55 miliardi di euro) e pesa per ben il 14,1% sul totale Italia. In termini dinamici questo primo semestre non vede il Veneto brillare. Si posiziona al 13/o posto con una variazione di +0,3% rispetto al primo semestre 2015, comunque superiore alla media nazionale fermatasi ad un +0,1%. Le regioni più virtuose sono state Basilicata e Molise ancora sotto la straordinaria spinta di Fca.

Secondo Confartigianato Veneto chi cresceva come Messico, Turchia, Stati Uniti adesso è in calo (Messico -3%, Turchia -1,3%) o al palo (USA +0,2%), la Russia che aveva registrato contrazioni in doppia cifra per diversi trimestri, cala ancora ma solo del -3,6%. A soffrire è tutto l’export verso i Paesi extra Ue che nel complesso hanno perduto oltre 415 milioni di euro di valore pari ad un -3,5%, per fortuna compensato da un rilancio del mercato Ue28 cresciuto complessivamente del +3,1% pari a +497 milioni di euro rispetto al primo semestre 2015.