Adolescenti confusi su identità sessuale: è boom

Adolescenti confusi sulla propria identità sessuale: è boom in Svezia. Lo afferma lo psichiatra infantile Louise Frisén che spiega come nell’ultimo anno si sia registrato un incremento del 100% di bambini “sessualmente incerti” che si rivolgono alle strutture specializzate alla ricerca di un’assistenza medica. Nel 2012 si erano registrati solo 4 casi di questo tipo, divenuti 116 nel 2015 e, si stima, supereranno i 200 alla fine di quest’anno.

«E’ così incredibilmente doloroso vivere in un corpo che non si riesce a riconoscere come il proprio – spiega la Frisén -. Non va dimenticato che ciò è anche associato alla malattia mentale e ad un rischio molto elevato di suicidio in caso di non riuscire ad avere accesso alle terapie affermative di genere. L’aumento dei giovani che chiedono aiuto è dovuto all’aumento della consapevolezza e del coraggio. Sempre più persone stanno esplorando la loro identità di genere come parte del loro sviluppo della personalità».

 

Tags: